Archivi categoria: WEB

WEB

w3-css-framework-siti-web

W3 CSS framework

W3 css è prodotto dall’ente w3schools, è possiede tutte le caratteristiche principali in linea con le necessità di chi scrive codice front-end.

Primo: a differenza di Bootstrap che richiede la presenza di componenti esterni (jQuery ), W3.css si presenta con un unico file .

Secondo: w3.css ha una curva d’apprendimento molto bassa, utilizzabile fin dalle prime battute. Tutte le funzionalità seguono una logica fluida e quindi facile ed intuitiva da utilizzare e riutilizzare.

Terzo: il prodotto è completo e compatibile. w3.css è completo di ogni elemento di cui uno sviluppatore possa necessitare: dai controlli più semplici ai moduli avanzati, (dropdown, finestre modali, accordion, ecc).

Il prodotto oltre ad essere completo risulta compatto e veloce garantendo l’ampia compatibilità cross-browser e cross-device, compatibile con tutti i maggiori browser (Chrome, Firefox, Opera, Safari, Edge ) e con tutti i device (desktop, laptop, tablet, mobile).

Come-ottenere-più-traffico-diretto-al-tuo-sito-web-Sito-Web

Come avere più visite al proprio sito ( UX ) ?

Tralasciando i puri parametri tecnici riguardo alla velocità del , le indicazioni a livello SEO, alla qualità dell’architettura e del codice
possiamo raggruppare una serie di semplici indicazioni per aumentare il numero di visite al nostro sito.

Le statistiche evidenziano che più dell’80% dei visitatori non ritorna più nello stesso sito a causa di una cattiva se non spiacevole user experience (UX), descrivendo l’esperienza completa che l’utente sperimenta mentre naviga su un sito. Assieme alla UX, che identifica l’interazione dei singoli dettagli che costituiscono tutte le componenti del sito (il tipo di layout, elementi interattivi, i colori, ecc ) ci indicano la strada per realizzare un’interfaccia di successo . Una cosa è certa: è oramai risaputo che la relazione emozionale che si viene a creare mentre l’utente naviga il sito, si rifletterà nella relazione tra utente e marchio.

Inoltre, secondo una ricerca dell’università di Stanford, oltre il 45% degli utenti intende il design (termine che comprende una collezione di caratteristiche) del sito come uno dei maggiori indicatori di credibilità del marchio.

Brand consistency

Con consistenza del marchio si intende uno stile di comunicazione che segue i valori e la filosofia principali del marchio e dell’azienda, quindi con i messaggi, loghi ed immagini utilizzati in una maniera coerente, cosi come per gli elementi del design ( stili, tipografia, colori ).

Calls to action

E’ stato dimostrato che molti utenti, dopo aver trovato un sito, non riescono a procedere con l’azione che il sito richiede a meno che questa non sia articolata chiaramente attraverso le suddette calls to action (CTA). Queste vengono progettate per provocare una reazione immediata tramite: .
– pulsanti maggiormente visibili e cliccabili;
– messaggi chiari e comprensibili utilizzando scale di colori adeguate
– includere elementi visivi quali frecce o figure stilizzate (che aumentino la comprensione di una determinata azione ).

Una regola importante da seguire è la seguente:
prima di aggiungere nuovi elementi o modifiche allo stile del layout, è necessario valutare l’impatto che queste avranno sulla user experience . anche se apparentemente le nuove scelte risultano essere in linea con .

Quindi più che puntare sulle ultime tendenze di design o allo standard attuale, occorre tenere considerazione la UX.

creazione-siti-we-FIREFOX

FIREFOX 61

E’ stata pubblicata una nuova release di Firefox.
Firefox 61 include diverse novità tra cui una migliore gestione delle tab, nuovi tool per gli sviluppatori ( nuovo accessibility inspector ).

Tab Warming
Altra novità è il Tab Warming, che consente di spostarsi tra le schede aperte in modo molto più fluido

Accessibility inspector
L’accessibility inspector è uno strumento in grado di mostrare allo sviluppatore le aree di un sito Web che possono essere migliorate per essere utilizzate da persone ipovedenti.

Sicurezza
FIREFOX ha seguito l’esempio di Chrome segnalando le pagine e le connessioni FTP come “non sicure”. Infatti il protocollo FTP, è ritenuto generalmente insicuro, ed è per questa ragione che Firefox bloccherà l’accesso alle risorse FTP .

CSS
Migliorato il supporto al Parallel CSS Parsing, che permette migliori livelli di velocità su siti Web con stylesheet pesanti e layout grafici complessi.

creazione-siti-web-IL-SITO-ECONOMICO

Il sito web economico conviene ?

RIUSCIAMO VERAMENTE A RISPARMIARE CON I SERVIZI ” SITO FAI DA TE'” ? ( sito web economico )

La presenza online è ormai considerata una necessità fondamentale, sia per l’azienda che il singolo professionista. A tal proposito sono sempre più numerose le piattaforme che consentono di realizzare in autonomia il proprio sito. Ma a fronte del web a dei numerosi e noti servizi messi a disposizione a “costo zero”, la scelta di realizzare il sito fai da tè ci consente veramente di risparmiare ?

In molti casi, se il budget è estremamente ridotto ( se no addirittura nullo ) e affidarci ad un professionista ( o web agency ) diventa impossibile, queste soluzioni rappresentano una risorsa per creare una presenza online. In molti altri casi questa strada incontra una serie di limitazioni:

Creatività e Originalità
Sciegliendo un template per siti web o un servizio di costruzione automatica si perde l’unicità di quanto si andrà a realizzare. Si tratta infatti di un insieme precostituito di combinazioni che renderà il nostro sito uguale a molti altri già presenti nel web. Perdere l’opportunità di essere unici ed originali significa perdere l’occasione di fidelizzare i futuri clienti / utenti, poichè distinguersi aiuta la memorizzazione del brand.

Bug imprevisti
Un sito web preimpostato, progettato per soddisfare esigenze di business diversi, non sarà mai ottimizzato per gli obiettivi del nostro business. Di conseguenza una soluzione che manca di una progettazione diretta a soddisfare le esigenze della nostra attività non è adatta alla gestione degli imprevisti. Numerose sono gli eventi non previsti quando si amministra un sito web: dal cessato funzionamento di alcuni moduli dopo l’aggiornamento all’ultima release del cms, all’adeguamento ai nuovi standard dettati dai motori di ricerca e molto altro.
In questo caso sarà necessario l’intervento di un professionista ( web developer – web designer) che per un prodotto preconfezionato, invece che costruito da zero, richiederà una consistente parcella.

Supporto e ottimizzazione
Quindi affidarsi a dei professionisti del web ( un web designer o a una web agency) significa non solo avere un sito ottimizzato sulle proprie necessità, ma avere a disposizione un esperto che oltre a risolvere qualsiasi malfunzionamento all’occorrenza realizza qualsiasi vostra richiesta e costi decisamente più contenuti.

Tutti i servizi pre-confezionati, non possono fornire al cliente l’assistenza necessaria con la stessa assiduità di un professionista ( web agency o freelance ), semplicemente perchè il servizio si rivolge a clienti in tutto l’emisfero e quindi le risorse sono decisamente più ridotte.
In più questi servizi non danno nessuna assistenza alle attività successive alla creazione del sito tra cui: inserimento contenuti, SEO e logiche di ottimizzazione metatag e posizionamento, training generale per la manutenzione del sito. Tutto è a carico del l’utente che spesso non possiede queste competenze, costretto quindi a rivolgersi a consulenti esterni con un ulteriori costi a carico.

AI

USO DELLE AI NEL MOBILE

Quali sono i PRO e i CONTRO di questa continua integrazione delle intelligenze artificiali sullo sviluppo delle applicazioni APP web e nei siti web?

Come sappiamo, oggi le intelligenze artificiali sono elemento comunemente utilizzate nei processi per lo sviluppo delle applicazioni mobile.

Valutiamone alcuni vantaggi:
la possibilità di completare azioni ( task ) ripetitive consente agli sviluppatori di concentrarsi nella qualità dell app realizzate,

offrire applicazioni con un’esperienza utente migliore, creando ambienti su misura, in base alle esigenze dell’utente: correzione testo, riconoscimento volti, realtà aumentata,

progettazione di robot che assistono l’uomo nelle operazioni più pericolose, nell’ambito medico, spaziale, ricerca risorse.

Contro:

l’assenza di creatività rappresenta un grosso handicap per esempio nella soluzione di problemi dove necessaria questa peculiarità.
Riduzione dei posti di lavoro,

i costi per realizzare una infrastruttura che consenta di elaborare l’ingente mole di dati necessaria all’AI sono solo a disposizione di grandi aziende multinazionali.

Possiamo concludere affermando che l’utilizzo delle AI nello sviluppo del software aumenterà nell’arco del tempo, fornendo nuove modalità di sviluppo con relativi benefici ma anche cambiamenti legati alla scomparsa di alcuni ruoli e figure tecniche.

WebAuthn

WEBAUTHN: AUTENTICAZIONE SENZA PASSWORD

WEBAUTHN: UNO STANDARD APERTO PER L’AUTENTICAZIONE SENZA PASSWORD
Il W3C assieme alla FIDO Alliance ( un consorzio di aziende per la sicurezza dei servizi e dei siti web) ha recentemente presentato il protocollo WebAuthn,
che consente ai browser Web di autenticare gli utenti tramite USB, Bluetooth e dispositivi biometrici.

Nei prossimi anni si potranno abbondare i sistemi di sicurezza classici sulle tradizionali password offidandosi a dispositivi come i sensori di impronte digitali o fotocamere a riconoscimento facciale. L’obbiettivo del W3C ( organizzazione che si occupa di definire le specifiche per il Web) è quello di fornire uno standard open per il riconoscimento biometrico non vincolato alle necessità dei vendor.

WebAuthn è più versatile rispetto a quanto previsto per la specifica UAF, supportando molte funzionalità di autenticazione che UAF non aveva inglobato. Infatti oltre ai dispositivi biometrici è possibile sfruttare dei PIN verificando che l’utente sia realmente presente durante il login.

Troveremo WebAuthn sui browser di Google e Mozilla con le nuove release o di Chrome e Firefox nel mese di maggio .

meta-tags-seo

I meta tag : cosa sono

I meta tag sono le informazioni inserite nella testa ( la prima parte di una pagina web ) di un documento HTML e che si identificano con i metadati.
Questi tag non sono visibili al navigatore, ma vengono letti dei browser web o dai motori di ricerca tramite i crawler. La funzione di questi meta elementi è di fornire informazioni su una pagina di un sito, riassumendo il contenuto presente costituito da testo in primis, ma anche immagini e video.
Tra i più importanti, nell’ottica della visibilità di un sito, sono i meta tage ( in realtà title è un tag HTML ). Il titolo viene letto dai browser e compare direttamente nella barra del titolo della finestra. Inoltre tutti i motori di ricerca utilizzano il title tag per le voci nell’elenco dei risultati (SERP), definendone un’influenza decisiva sul rating che la pagina acquisirà nel tempo. Sembra infatti che secondo l’algoritmo di Google il titolo sia tra i circa 200 fattori che incidono sul posizionamento nella ricerca organica. Lo stesso discorso vale per la descrizione o meta description, considerata come uno dei tag più importanti per la SEO, richiede un’accurata preparazione stesura. Spesso ci chiediamo come sia possibile fare in modo che il nostro sito appaia in prima pagina. I metatag sono un buon inizio per capire come procedere alla loro corretta stesura.

Approfondimento

protezione-dati-2018

Regolamento sulla protezione dei dati: 2018

Da maggio 2018 entra ufficialmente in vigore il nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati dell’Unione Europea.
Il Regolamento ha lo scopo di uniformare il processo relativo alla protezione dei dati in ambito europeo. Quali sono i cambiamenti e le modifiche principali? Cosa devono fare le aziende e le agenzie o gestori di siti web?
L’entrata in vigore influenzerà non solo la struttura online ma pure la protezione dati dei dipendenti. Quindi è necessario, per tutte quelle aziende che non hanno ancora affrontato la questione, iniziare a conformarsi con il nuovo regolamento.
Per avere tutte le informazioni necessarie con i dovuti approfondimenti vi consigliamo di leggere l’articolo al link di seguito, in modo da attuare le necessarie misure il prima possibile.

Approfondimento regolamento protezione dei dati

web-trend

WEB DESIGN: TREND PER IL 2018

Potrebbero essere diversi i trend pronti ad affermarsi nel corso del 2018, anche se gli esperti sembrano concordare su una riconferma del minimalismo.

Flat design

Si parla di vero e proprio flat design, con l’assenza di qualsiasi elemento grafico e visivo da pagine web e applicazioni mobile che possa distrarre l’utente, per una progettazione estetica portata davvero all’essenzialità.

L’estetica sarà praticamente limitata alle due dimensioni, con una supremazia della tipografia rispetto all’immagine, nonché un attenzione profonda all’uso sapiente del colore.

Per testi, titoli e altri elementi grafici, invece, si preferiranno toni a contrasto per aumentarne la leggibilità. Le interfacce saranno elaborate con l’obiettivo dell’usabilità al primo posto, nonché con la completa integrazione tra universo desktop e mobile.

Tipografia espressiva

Con la riduzione di immagini e video tipica di una progettazione flat, sono le parole a dominare le pagine e a catturare l’attenzione dell’utente. Per questo motivo, nel corso del 2018 si farà sempre più spazio la cosiddetta tipografia espressiva, ovvero una scelta e una combinazione intelligente di font affinché possano aiutare a veicolare il messaggio e suscitare emozioni nel navigatore.

Senza troppe sorprese, verranno riconfermati i font sans serif, ma potrebbero essere abbinate famiglie, grandezze e stili diversi per un risultato che solletichi la curiosità.

Loghi animati

A differenza di quanto si possa intuitivamente pensare, minimalismo e flat design non sono sinonimi d’assenza di sperimentazione. In questi ultimi mesi del 2017, ad esempio, sempre più società hanno deciso di sperimentare con i loro loghi, contenuti nell’header delle pagine, nascondendo delle piccole animazioni. Una tendenza, quest’ultima, che potrebbe definitivamente affermarsi negli ultimi mesi.

In genere, tali animazioni sono realizzate completamente in HTML 5 e nascono per non distrarre l’utente, quindi ideate finché si attivino solo quando vi è un’interazione precisa da parte del navigatore.

firefox-independent-1200.5bd827ccf1ed

Firefox: nuove impostazioni

Mozilla lavora a una novità importante per il browser, integrando in  una nuova pagina di opzioni ottimizzazioni per la gestione della memoria e delle risorse di sistema; mitigando un po’ l’abuso delle risorse di sistema denunciato da più parti.

La novità riguarda l’implementazione di una sezione dedicata alle prestazioni nelle impostazioni del browser.

Le impostazioni  includono l’abilitazione/disabilitazione delle animazioni nell’interfaccia di Firefox, il caricamento anticipato dei link presenti su una pagina Web, il numero di processi  che il browser dovrà usare per suddividere e incapsulare le schede e i relativi siti Web aperti dall’utente.

Un’ultima opzione di “ottimizzazione” permette infine di riavviare Firefox disabilitando tutte le estensioni,  con la possibilità di riabilitarle in un momento successivo.

Scegliendo il giusto setup nella nuova scheda delle opzioni si dovrebbe ridurre l’impiego di RAM e il peso del browser sull’hardware meno dotato.